Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

Il Progetto MED del CNR vede Il Comune Nardò individuato e scelto come partner unico in Italia ed ora passa la prima fase di selezione

Città di Nardò - Ufficio Stampa: Comunicato stampa del 7 marzo 2016

Il Progetto MED del CNR mira a favorire lo sviluppo di un Turismo costiero e marittimo sostenibile e responsabile attraverso azioni mirate. Nardò, unica Municipalità d'Italia individuata e scelta   dal CNR come partner del Progetto MED, ha passato la prima difficilissima fase di selezione. A motivare la selezione, tra i tanti, del Comune di Nardò come partner d' eccellenza per da parte del CNR le peculiarità del territorio e le attività sino ad oggi poste in essere per la valorizzazione dello stesso

Il CNR - Consiglio Nazionale delle Ricerche-  individua e sceglie il Comune di Nardò - unica Municipalità d'Italia- come partner per presentare un Progetto, MED, finalizzato a promuovere le risorse Culturali e Naturali del Mediterraneo, per favorire lo sviluppo di un Turismo costiero e marittimo sostenibile e responsabile.

In particolare gli obiettivi del Progetto MED, che mira ad accedere ad un bando che prevede la copertura dell'85% su Fondi UE e per la restante quota sull'Italia, sono quelli di promuovere itinerari culturali alternativi al turismo balneare; migliorare la gestione dei rischi legati alle attività turistiche e promuovere il valore del patrimonio culturale e naturale, attraverso un migliore gestione

A motivare la selezione, tra i tanti, del Comune di Nardò come partner d' eccellenza per da parte del CNR le peculiarità del territorio e le attività sino ad oggi poste in essere per la valorizzazione dello stesso.

Ora la il Progetto Europeo (MED) presentato dal CNR - Consiglio Nazionale delle Ricerche - che vede Nardò come unico Comune d'Italia coinvolto, ha passato la prima difficilissima fase di selezione.
Risultato da sottolineare, considerato che solo la metà delle proposte avanzate ce l'ha fatta.
L'importanza di questo progetto è strategica, visto che si pone l'ambizioso obiettivo di proteggere e, come già detto, di promuovere le risorse Culturali e Naturali del Mediterraneo, per favorire lo sviluppo di un Turismo costiero e marittimo sostenibile e responsabile. Questo risultato, nelle finalità del progetto, si può raggiungere attraverso azioni mirate come: lo sviluppo di tecnologie digitali e di strumenti di monitoraggio dell'impatto dei flussi turistici sul patrimonio culturale e naturale; ricerca, studio e interventi per la valorizzazione del patrimonio culturale e naturale delle aree interne; sviluppo di tecnologie digitali per la valorizzazione del turismo culturale.

Per il Sindaco Marcello Risi, “ attività come quelle previste nel progetto MED del CNR, vanno nella giusta direzione di proporre valide alternative al turismo balneare attraverso la promozione e valorizzazione di itinerari culturali e naturali, consentendo in questo modo di far diminuire la pressione antropica che si verifica con la concentrazione turistica in alta stagione, che è spesso causa di impoverimento soprattutto delle nostre risorse naturali”,
L'Assessore alla Cultura alle Politiche Comunitarie Mino Natalizio, spiega che per il Comune di Nardò “il solo fatto di essere stato individuato, dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, quale unico Comune d'Italia coinvolto nel progetto (l'altra municipalità interessata è Cannes in Francia), rappresenta già di per se una bella soddisfazione per la nostra Città.             

Le carte vincenti, insomma, per Nardò sembrano essere state non solo le peculiarità del suo vasto territorio che lo rende un unicum, ma anche le buone prassi e le azioni, sin qui adottate, per valorizzare l'immenso patrimonio di bellezze naturali, storiche e artistiche che vanta, come pochi, scrigni di inestimabile valore lungo la sua costa, nel suo vasto entroterra e nel suo Centro storico.