Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

All'asta auto blu e mezzi di proprietà comunale

Comunicato del Portavoce del Sindaco

L'amministrazione comunale inizia a concretizzare una serie di iniziative di revisione della spesa. Tra queste anche la dismissione delle cosiddette “auto blu del sindaco”, la Audi A6/S6 3A serie. Una berlina di grandi dimensioni, a tre volumi, che verrà posta a base d'asta a 6.000 euro ed ha 140.000 km. In vendita, vanno inoltre oltre a 10 ciclomotori, una Grande Punto, tre autocarri Ape Piaggio, un Ludobus Iveco 35.

Elenco mezzi in vendita

elenco mezzi in vendita

“La vendita della lussuosa Audi A6 in dotazione al sindaco rappresenta la fine degli inutili simboli del privilegio – ha detto il Sindaco Pippi Mellone – con questa, inoltre, diamo il via alla razionalizziamo del parco macchine: oltre all'auto blu stiamo mettendo in vendita diversi mezzi e stiamo avviando la razionalizzazione di moltissime spese che non sono adeguate per una moderna amministrazione comunale”.

L'intento dell'amministrazione comunale non è semplicemente quello di fare cassa o puntare ad iniziative ad effetto ma, soprattutto, quello di rendere coerente la spesa comunale.

“Vogliamo – ha spiegato il primo cittadino – aggredire i centri di costo, in modo da diminuire i consumi correnti. Vedere un sindaco che, perfino in campagna elettorale, va in giro con l'autista e bordo di una vettura importante, anche nella motorizzazione e, di conseguenza, nei consumi, è un brutto segnale. Un gesto che allontana i cittadini dalla politica. Una idea di politica che sta sopra ai cittadini e non fra i cittadini e che, quindi, non ci appartiene. In futuro la nostra amministrazione opterà per vetture a bassi consumi e, possibilmente, ecologiche: metano, idrogeno, elettriche. Vetture che non saranno a servizio della politica ma esclusivamente della macchina amministrativa e per le forze dell'ordine. Questa è la nuova frontiera. Ogni acquisto dovrà tener conto delle spese di gestione”.


Dello stesso parere anche l'Assessore al Bilancio, Giampiero Lupo, che sta compiendo una revisione completa non solo del bilancio ma anche delle spese ricorrenti. “Piccoli risparmi, anche inferiori al 10% su ogni spesa ricorrente – ha spiegato – significano economie di spesa importanti, che ci consentono, nonostante l'apnea finanziaria nella quale ci troviamo in queste settimane, di racimolare risorse indispensabili per i servizi. Nei prossimi cinque anni – conclude l'assessore Lupo – renderemo sempre più efficiente questa amministrazione, con gran soddisfazione anche per i dipendenti, che si sentiranno valorizzati”.