Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

VIABILITÀ - RIQUALIFICAZIONE URBANA, ARRIVA L’ASFALTO SU UNA TRENTINA DI STRADE

COMUNICATO STAMPA Lunedì 24 aprile 2017

VIABILITÀ - RIQUALIFICAZIONE URBANA, ARRIVA L’ASFALTO SU UNA TRENTINA DI STRADE

Massiccio intervento di bitumazione su vie e arterie sterrate nelle marine e in periferia

                29 strade nelle marine o in zone di periferia molto presto cesseranno di essere sterrate e pericolose. La Giunta di Palazzo Personè, infatti, ha previsto un massiccio intervento di bitumazione che finalmente restituirà decoro e sicurezza a vie che attendevano da decenni in diverse aree del territorio cittadino. Si tratta del primo intervento della programmazione quinquennale sulle criticità della viabilità, con l’obiettivo di contribuire alla riqualificazione di diverse zone. Le strade contenute in questo primo intervento sono state considerate una priorità per lo stato delle stesse e a causa della necessità di dover effettuare preliminarmente lavori inerenti la fogna bianca su altre strade pur bisognose di interventi di bitumazione (e che quindi saranno considerate successivamente). Le vie che saranno asfaltate sono via Viareggio, via Asclepio, via Golgi, via Caffarelli, via De Vito, via My, via Selinunte, via Lampedusa, via Pantelleria, via De Cupertinis, via Cardarelli, via Imperia, via Santorini, via Coppola, via Coco, via Spagnolo, via De Metrio, via Marra, via Masseria Penta, via Santo Stefano, via Reni, via Anite, via Mariano, via degli Speleologi, via L. De Giorgio, via T. Sanasi, via O. Vaglio, via Lezzi e via Codacci Pisanelli. Si tratta di strade a Sant’Isidoro, Santa Maria al Bagno, località Torre Inserraglio e zone Pagani, Torremozza, Cenate.

                “Cominciamo da queste - spiega il sindaco Pippi Mellone - e passo dopo passo faremo tutte le altre. È un intervento importantissimo, innanzitutto perché il primo di queste dimensioni dopo decenni di attesa. Poi perché inaugura la programmazione quinquennale che ci consentirà di intervenire su tantissime situazioni di questo tipo, moltiplicatesi con il tempo a causa dello spaventoso immobilismo di chi ci ha preceduto. Infine, perché lo facciamo lontano dalla campagna elettorale, una novità assoluta a Nardò in tema di interventi di bitumazione stradale. Tutti hanno diritto a decoro e sicurezza e progressivamente colmeremo questo ritardo cronico della viabilità cittadina”.

                “È il primo forte segnale che vogliamo dare - aggiunge il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Oronzo Capoti - ma programmeremo una serie di interventi dello stesso tipo parallelamente al reperimento di risorse. Purtroppo ci sono centinaia di strade che attendono, le conosciamo tutte e conosciamo le sacrosante richieste dei residenti, ma servirebbero milioni di euro subito per completarle. Queste 29 sono in qualche modo urgenti, altre sono un tantino meno urgenti, altre ancora necessitano di interventi di fogna bianca o, come nel caso di zona Pagani, sulle pendenze stradali, che logicamente vanno eseguiti prima di asfaltarle”.

                                                                                                                 Ufficio Stampa