Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

A MAURIZIO MAGLIO LA LAUREA DELL’ACCADEMIA DEI DIOSCURI

COMUNICATO STAMPA Venerdì 28 aprile 2017

A MAURIZIO MAGLIO LA LAUREA DELL’ACCADEMIA DEI DIOSCURI

Riconosciuti i meriti dell’artista nella diffusione della cultura dell’arte. La cerimonia a Roma

Il poeta e pittore neretino Maurizio Maglio riceverà a Roma domani, sabato 29 aprile, la Laurea Honoris Causa conferita dall’Accademia Internazionale dei Dioscuri “per aver contribuito a divulgare con grande successo la cultura dell’arte in Italia e all’estero”. La cerimonia si terrà alle ore 11 al centro congressi dell’Hotel Hermitage, in zona Parioli, e consisterà nella consegna all’artista di una targa e di una pregiatissima pergamena. L’Accademia Internazionale dei Dioscuri è un’associazione cultuale che si occupa di arte, musica, cinema e sport e di promozione della cultura di queste discipline. Nel corso degli anni ha organizzato mostre d’arte, concerti, rassegne cinematografiche e manifestazioni sportive, e ha fondato Poseidon, un periodico culturale.

Maurizio Maglio è nato a Nardò nel 1967. Ha vissuto a lungo all’estero (Francia e Germania) con la sua famiglia, emigrata per lavoro. Ha preso per la prima volta in mano tele e colori all’età di 33 anni, scoprendo una passione e una vena artistica naif che hanno reso centrale la pittura negli ultimi anni della sua vita. Nel frattempo è maturata anche la passione per la scrittura e la poesia, apprezzabile e apprezzata almeno quanto quella per l’arte pittorica. Lo scorso settembre ha vinto lo Spoleto Art Festival nella sezione “letteratura” con la poesia Gli angeli.

“Maurizio Maglio è una bella risorsa di questa città - commenta il presidente della commissione Cultura Gianluca Fedele - un artista e un talento poliedrico che seguiamo e a cui non faremo mancare il sostegno dell’amministrazione comunale e dei neretini. Gli faccio i complimenti per questo prezioso riconoscimento, l’ultimo di una carriera artistica iniziata tardi, ma già costellata di soddisfazioni”.

                                                                                  Ufficio Stampa