Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

AREE DI SOSTA A PAGAMENTO a S. Caterina e S. Maria al Bagno.

Agevolazioni per residenti e proprietari di immobili non ubicati nelle vie con parcheggi a pagamento (modulo)

Agevolazioni per residenti e proprietari di immobili ubicati nelle vie con parcheggi a pagamento (modulo)


Per informazioni rivolgersi all'Ufficio Tecnico del Traffico Comunale
presso il Comando di Polizia Locale, Via Francesco Crispi 99.

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

PRODOTTI AGROALIMENTARI TRADIZIONALI, NELL’ELENCO ANCHE IL CECE DI NARDÒ

INVITO AGLI ORGANI DI INFORMAZIONE

Lunedì 7 agosto 2017

PRODOTTI AGROALIMENTARI TRADIZIONALI, NELL’ELENCO ANCHE IL CECE DI NARDÒ

Importante riconoscimento per il legume neretino. Domani la conferenza stampa (ore 16:30)

Il cece di Nardò, legume di particolare squisitezza, entra nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali (Pat) riconosciuti dall’Unione europea. Si tratta di una lista di prodotti che per tradizione e genuinità meritano di essere diffusi e conosciuti e che sono il segno tangibile della nostra tradizione in termini di sapori e saperi. Non a caso, le oltre cinquemila specificità locali ricomprese nell’elenco dei Pat sono state riconosciute “espressione del patrimonio culturale italiano”. La filiera “Food” di Laica (associazione di imprese e professionisti con sede a Lecce) ha curato l’istruttoria presso gli uffici regionali dell’iter per il riconoscimento, in collaborazione con l’associazione Verdesalis e con l’esperto e gastronomo Massimo Vaglio.

Domani, martedì 8 agosto, è in programma alle ore 16:30 a Palazzo Personè, una conferenza stampa per informare su questa importante novità per il territorio e per dare risalto all’ennesimo prodotto salentino che va arricchire il patrimonio nazionale delle tipicità agroalimentari codificate. Interverranno il sindaco Pippi Mellone, il presidente di Laica Roberto Fatano, il responsabile della filiera “Food” di Laica Davide Montefrancesco e l’esperto Massimo Vaglio.

                                                                                                Ufficio Stampa