Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

elezioni2018

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

Inaugurazione giovedì 28 settembre, ore 16:30, del nuovo campo di calcetto in via Grazia Deledda (zona Penta)

COMUNICATO STAMPA Mercoledì 27 settembre 2017

C’È UN NUOVO SPAZIO PER LO SPORT IN CITTÀ

Domani alle 16:30 l’inaugurazione del campo di calcetto in zona Penta campetto via Deledda

Sarà inaugurato domani, giovedì 28 settembre, alle ore 16:30 il nuovo campo di calcetto in via Grazia Deledda (zona Penta), realizzato dall’amministrazione comunale attraverso il personale di Bianco Igiene Ambientale. Dopo il taglio del nastro, ci sarà una partitella inaugurale con bambini tra i dieci e i dodici anni e il calcio d’inizio sarà dato dal sindaco Pippi Mellone. Un’area per lo sport, aperta a tutti e in una zona periferica della città che ha bisogno di servizi e luoghi di aggregazione. L’amministrazione comunale, in un’ottica di politiche per la riqualificazione urbana, ritiene fondamentale ampliare gli spazi e le occasioni per la pratica sportiva amatoriale come elementi decisivi per la salute e il miglioramento della qualità della vita.

“Queste sono le cose che mi rendono orgoglioso di fare il sindaco - commenta soddisfatto il sindaco Pippi Mellone - perché proprio qui, tra le case popolari, in campagna elettorale promisi più attenzione per le periferie e aree gioco per i nostri ragazzi. Questo campo di calcetto sarà aperto a tutti e devo dire che è stato realizzato in tempi record dal personale di Bianco Igiene Ambientale con il coordinamento di Santo Durante, che ringrazio. Di questi spazi ne sorgeranno presto altri, perché lo sport è aggregazione ed è un antidoto al degrado e alla paura”.

“Una città attenta allo sport e ai luoghi per lo sport - aggiunge il consigliere con delega allo Sport Antonio Tondo - è ovviamente una città migliore. Facciamo felici tanti bambini che in questa zona, oltre alla strada, non avevano un campo per giocare e divertirsi”.

Ufficio stampa