Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

cartellone2018

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

MARINE E PERIFERIE, ECCO NUOVI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA

COMUNICATO STAMPA Mercoledì 4 ottobre 2017

MARINE E PERIFERIE, ECCO NUOVI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA

Interventi a Santa Maria al Bagno e località Mondonuovo e Pagani

Enel Sole installerà nuovi impianti di illuminazione pubblica su alcune vie della città sino ad oggi completamente sprovviste. Lo ha deciso la Giunta comunale guidata dal sindaco Pippi Mellone che ha preso atto di un preventivo di spesa di quasi 65 mila euro, cui si è giunti grazie al fatto di poter intervenire realizzando i cavidotti mediante la cosiddetta “minitrincea” al posto della tradizionale tecnica di scavo e quindi con un notevole risparmio sui costi. L’intervento consentirà di dotare finalmente della pubblica illuminazione via Fra’ Benedetto Serafico (6 organi illuminanti), via Toscanini (4 organi illuminanti) e via Barbara De Nuccio (6 organi illuminanti) a Santa Maria al Bagno, via Reni e via Marinetti (in totale 18 organi illuminanti) in località Mondonuovo, via Nino Della Notte (14 organi illuminanti) in località Pagani.

“Rispondiamo a istanze vecchissime - spiega il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Oronzo Capoti - cui abbiamo dato priorità in considerazione della situazione oggettiva di queste strade. Sia chiaro che si tratta di una goccia nell’oceano perché le vie nelle marine e nella estrema periferia senza illuminazione e senza servizi sono numerosissime. Nei prossimi anni risolveremo il maggior numero possibile di queste criticità, rispondendo alle sacrosante sollecitazioni degli utenti. In generale, con questo intervento e con quello complessivo di riqualificazione e di oltre 4 mila e 600 punti luce della città, abbiamo iniziato una azione senza precedenti sulla illuminazione pubblica del nostro territorio”.

                                                                             Ufficio stampa