Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

elezioni2018

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

SI È INSEDIATA ANCHE LA CONSULTA DELL’AMBIENTE

COMUNICATO STAMPA

Sabato 28 ottobre 2017

SI È INSEDIATA ANCHE LA CONSULTA DELL’AMBIENTE

Il presidente sarà Massimo Vaglio. Le congratulazioni dell’assessore Natalizio

Si è insediata nei giorni scorsi la Consulta comunale dell’Ambiente, che ha eletto presidente Massimo Vaglio, vice presidente Ornella Polo e segretario Sergio Fai.

La Consulta è un organo consultivo per le problematiche legate alla salvaguardia e alla valorizzazione del sistema ambientale naturale e urbano, per l’assetto del territorio, delle infrastrutture e dei servizi, della viabilità urbana ed extraurbana. Prevede la partecipazione delle associazioni ecologiste, ambientaliste, della protezione civile e di persone che per la loro esperienza professionale e per conoscenza tecnica e scientifica siano in grado di suggerire programmi di intervento tesi a rendere attivo il rapporto tra conoscenza e uso dei beni ambientali, tra sviluppo e integrità dell’ecosistema urbano ed extra urbano.

“Congratulazioni per la nomina di Massimo Vaglio a presidente, di Ornella Polo a vicepresidente e di Sergio Fai a segretario. Sono convinto - ha sottolineato l’assessore all’Ambiente Mino Natalizio - che anche questa Consulta dell’Ambiente, come le precedenti, perseguirà gli scopi istitutivi della Consulta stessa, ispirandosi al principio della leale collaborazione con gli organi istituzionali del Comune, offrendo il proprio contributo di idee per lo sviluppo delle politiche di valorizzazione e di tutela dell’ambiente in tutto il territorio comunale. Mi auguro che le assenze di molti dei componenti, sia di due dei tre nominati dal Consiglio comunale (il professore Giuseppe Piccioli Resta ha comunicato di non poter presenziare per impegni professionali), sia di quelli segnalati dalle associazioni, rimangano un fatto isolato sicuramente dovuto ad assenze giustificate”.

                                                                                                    Ufficio stampa