Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

Nardog

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

TARIFFE PIÙ ACCESSIBILI PER L’UTILIZZO DEL TEATRO COMUNALE

COMUNICATO STAMPA Martedì 28 novembre 2017

TARIFFE PIÙ ACCESSIBILI PER L’UTILIZZO DEL TEATRO COMUNALE

Novità anche per il Cimitero, via libera alla costruzione di nuovi loculi e del nuovo ossario

Cambiano le tariffe per l’utilizzo del Teatro comunale. Il Consiglio di Palazzo Personè, nella seduta di ieri, ha approvato la modifica dell’art. 5 del relativo Regolamento che riguarda proprio modalità e termini di utilizzo della struttura. Da oggi utilizzare il Teatro costerà 220 euro al giorno per prove o allestimenti (invece di 350), 400 euro al giorno per le iniziative senza servizio di biglietteria (invece di 600), 450 euro al giorno per le iniziative con servizio di biglietteria (invece di 650). Immutate invece le somme dovute a titolo di cauzione. Una scelta quella di offrire il teatro a costi più accessibili dettata dall’esigenza di rendere il teatro un bene fruibile al maggior numero di persone. Negli ultimi anni, infatti, la concessione della struttura è avvenuta a titolo prevalentemente gratuito, dal momento che associazioni e altri privati che ne hanno chiesto l’utilizzo spesso non sono stati in grado di provvedere al pagamento delle tariffe.

Novità anche per il cimitero comunale in cui a breve saranno realizzati nuovi loculi e un nuovo ossario generale nell’area relativa al terzo ampliamento del cimitero. Il Consiglio comunale ha approvato ieri sera la delibera di approvazione del progetto, i cui lavori saranno appaltati e realizzati nel 2018 per un importo di 270 mila euro (del bilancio comunale).

“Si tratta - spiega il consigliere con delega ai Servizi cimiteriali Gianluca Fedele - di un’opera economicamente impegnativa, ma estremamente importante da più punti di vista: in primo luogo per l’ossario comune, molto più capiente di quello storico, e poi per i 200 loculi che in parte andranno ad arginare la forte carenza del numero di sepolture, un problema che questa amministrazione si è trovata a dover affrontare sin dal momento del suo insediamento”.

                                                                                                               Ufficio stampa