Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

cartellone2018

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

QUARTA PARETE, IN SCENA I PROMESSI SPOSI

COMUNICATO STAMPA

Venerdì 2 marzo 2017

QUARTA PARETE, IN SCENA I PROMESSI SPOSI

Teatro Invito racconta l’opera manzoniana ispirandosi a una sceneggiatura di Pasolini

La rassegna Quarta Parete, curata da TerramMare nell’ambito del cartellone unico del Teatro Comunale di Nardò, prosegue domenica 4 marzo (ore 21) con Promessi! ovvero I Promessi sposi in scena, la rappresentazione da parte di Teatro Invito della celebre opera manzoniana seguendo l’ispirazione di una sceneggiatura di Pier Paolo Pasolini mai realizzata.

Cinque attori raccontano la celebre storia degli sposi promessi, interpretando i personaggi principali del romanzo: ognuno ha il suo (Don Abbondio, Agnese, Cristoforo, Lucia e Renzo), tuttavia la coralità del racconto fa sì che dal tessuto drammaturgico emergano anche le voci dei personaggi minori, ma soprattutto emerge la voce del popolo dolente, furente, impaurito, che deve superare le prove della carestia, della guerra e della peste. Lo spettacolo si muove sui differenti registri che si evincono dal romanzo: da quello lirico a quello epico, da quello comico a quello tragico.

La regia del programma è di Luca Radaelli e Beppe Rosso, la drammaturgia di Luca Radaelli. Sul palco Stefano Bresciani, Giusi Vassena, Federica Cottini, Marco Menghini, Nicola Bizzarri.

I biglietti sono disponibili presso il botteghino del Teatro, oltre che normalmente ogni martedì e giovedì dalle ore 16 alle 19, anche a partire da tre ore prima dell’evento. Il costo è di 10 euro per platea e palchi centrali (ridotto 8), 8 euro per i palchi laterali (ridotto 5), 5 euro per proscenio e loggione. È possibile richiedere informazioni allo stesso botteghino, in corso Vittorio Emanuele n. 22, o telefonando ai numeri 0833 571871, 328 8248830, 348 6722242 e 327 2216089.

                                                                                                                                     Ufficio stampa