Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

DOMANI LA CONFERENZA FINALE SUL PROGETTO DI PULIZIA DEI FONDALI

COMUNICATO STAMPA Giovedì 17 maggio 2018

DOMANI LA CONFERENZA FINALE SUL PROGETTO DI PULIZIA DEI FONDALI

Il “racconto” ai bambini con foto e video della due giorni di aMare in fondo

Si terrà domani, venerdì 18 maggio, alle ore 10 nell’aula multimediale dell’istituto scolastico di Piazza Umberto I una conferenza con gli alunni delle classi quarte e quinte dell’Istituto Comprensivo Polo 1, evento finale di aMare in fondo, l’intervento di pulizia dei fondali della baia di Santa Caterina effettuato il 4 e 5 maggio scorsi. È prevista l’illustrazione del progetto a cura del consigliere comunale Tony Romano, ideatore dell’iniziativa, e gli interventi del sindaco Pippi Mellone, dell’assessore all’Ambiente Mino Natalizio e del presidente della Proloco Nardò e Terra d’Arneo Carlo Longo. È prevista inoltre la visione delle riprese effettuate nei due giorni a cura di Andrea Costantini (Diving Costa del Sud). Infine la relazione sul tema dell’educazione ambientale a cura dell’esperta Stefy Bidetti. L’obiettivo della conferenza è illustrare l’intervento, ma soprattutto alimentare la cultura di protezione dell’ambiente marino, avviando un processo di educazione ambientale e di promozione dell’amore e del rispetto del mare. La pulizia dei fondali marini ha rappresentato un messaggio rivolto alla collettività, ai turisti e ai più giovani, fungendo da monito a tutti coloro che ancora oggi - come l’intervento ha dimostrato - abbandonano rifiuti sulle coste e li sversano in mare.

Le operazioni a mare - con la collaborazione della Capitaneria di Porto di Gallipoli - sono state condotte da Costa del Sud Diving Service di Andrea Costantini per la parte operativa, da Marina Santa Caterina s.r.l. di Alessandra De Trane per la parte logistica e le operazioni di stoccaggio e da Bianco Igiene Ambientale che si è occupata del trasporto e dello smaltimento dei rifiuti rinvenuti. L’intervento ha consentito di recuperare un grosso quantitativo di materiale (plastiche, pneumatici, resti di reti e altri oggetti) giacente sui fondali della baia di Santa Caterina. 

                                                                                                                                Ufficio stampa