Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

LA “VERGARI” AD UN PASSO DAL FUTURO, TRA POCHI GIORNI IL VIA AI LAVORI

COMUNICATO STAMPA Lunedì 21 gennaio 2019

LA “VERGARI” AD UN PASSO DAL FUTURO, TRA POCHI GIORNI IL VIA AI LAVORI

 Recupero strutturale della biblioteca (e del giardino) affidato alla Ciullo Restauri s.r.l.

Inizieranno nelle prossime settimane i lavori alla biblioteca comunale “Achille Vergari”, oggetto di un intervento di restauro, allestimento e innovazione grazie a un progetto ammesso a finanziamento per 950 mila euro nei mesi scorsi nell’ambito dell’avviso pubblico Smart In Community Library della Regione Puglia. Si tratta di un finanziamento finalizzato in parte (620 mila euro) al recupero, alla ristrutturazione, alla riqualificazione e all’ammodernamento della biblioteca e in parte (330 mila euro) agli interventi di innovazione tecnologica, valorizzazione e fruizione. Per il primo dei due interventi si è fatto ricorso alla procedura negoziata, che ha permesso di aggiudicare i lavori alla Ciullo Restauri s.r.l., con un ribasso del 14,10% (per una spesa finale di 459 mila euro).

Il progetto, Il Giardino dei lettori: biblioteca diffusa di comunità e innovazione, “accende” una nuova vita per quello che, dal 1895, è il punto di riferimento culturale della comunità neretina (con un patrimonio librario di oltre 75 mila volumi). Sono previsti lavori di recupero infrastrutturale, interventi per l’adeguamento funzionale degli spazi con nuovi arredi e dotazioni tecnologiche, l’incremento dell’accessibilità digitale del patrimonio bibliotecario e attività innovative costruite in rete con i principali presidi culturali del territorio.

Il primo tipo di interventi (sulla struttura, sul contenitore fisico), progettati dall’ingegnere Alberto Antico e dall’architetto Egidio Muci, consentirà il ripristino dei prospetti esterni, il risanamento delle murature interne, la sostituzione della pavimentazione e degli infissi, la revisione e la manutenzione di tutti gli impianti e soprattutto la sistemazione del giardino interno, con la risistemazione del verde e la creazione di nuovi spazi aggregativi. Quest’ultimo intervento, una novità assoluta nella vita della biblioteca, darà il senso della “community”, della biblioteca di comunità, orientata a diventare un presidio di partecipazione e coesione culturale. Il progetto prevede anche un ripensamento della distribuzione delle funzioni all’interno della struttura, al fine di ottimizzarne l’operatività e di accogliere efficacemente i nuovi servizi. Gli investimenti in tecnologie dell’informazione e comunicazione (tavoli interattivi, totem multimediali, sistema di digital signage, postazioni informatiche e wi-fi, cuffie wireless), poi, consentiranno di promuovere l’accesso al patrimonio culturale, abbattendo le attuali barriere alla fruizione.

Il secondo tipo di interventi (sui contenuti) porterà alla creazione, all’ampliamento e al rafforzamento di alcune sezioni tematiche della biblioteca (in particolare, bambini, young adult e preistoria). Il progetto prevede poi un intervento di digitalizzazione dei volumi, sia per la fruizione tramite virtual book, sia per una esigenza di tutela e di conservazione di opere uniche, rare e di pregio. È prevista una nuova identità, smart e friendly, per la biblioteca, con l’acquisizione di un logo e di un’identità grafica unitaria, la creazione di un sito web e di un app che facilitino l’interazione con gli utenti. Infine, il progetto prevede la realizzazione di attività rivolte a target di pubblico diversi, con l’obiettivo di rendere maggiormente attrattiva l’offerta e stimolare l’accesso alla lettura e alla conoscenza (servizi di gamification, letture animate, laboratorio di graphic novel, letture in piazza, corso di alfabetizzazione informatica e assistenza pratiche e-government, consegna e ritiro di libri a domicilio).

“L’ammodernamento della biblioteca “Vergari” - ricorda il sindaco Pippi Mellone - è un altro di quei temi ricorrenti del dibattito pubblico e soprattutto delle campagne elettorali in questa città. Salvo rimanere sempre nel recinto delle affermazioni di principio, delle promesse e dei verbi declinati al futuro. Noi invece ce l’abbiamo fatta. Rivendico con orgoglio anche questo risultato, direi storico: una biblioteca moderna, con la meravigliosa novità del “giardino dei lettori” e che torna ad essere punto di riferimento della vita culturale neretina”.

“È stato un iter impegnativo, fatto di idee, di progetti e di condivisione - dice l’assessore alla Cultura Ettore Tollemeto - ma grazie a uno straordinario lavoro di squadra, tra pochi giorni inizieranno i lavori strutturali. Siamo vicini a toccare con mano un sogno, che è quello di avere una biblioteca finalmente moderna ed è anche quello di leggere un libro immersi nella poetica bellezza del suo giardino. Un modello evoluto di biblioteca che offre servizi innovativi per la promozione della lettura e della cultura”.

                                                                                      Ufficio stampa