Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

CITTÀ CHE LEGGE, 200 NUOVI LIBRI PER LA BIBLIOTECA E IL CSCB

COMUNICATO STAMPA Venerdì 25 gennaio 2019

CITTÀ CHE LEGGE, 200 NUOVI LIBRI PER LA BIBLIOTECA E IL CSCB

Narrativa italiana e straniera per bambini e ragazzi. Altri testi arriveranno nei prossimi giorni

Arrivano quasi 200 nuovi libri alla Biblioteca “Vergari” e al Centro Servizi Culturali e Bibliotecari, da ieri a disposizione di tutti i cittadini. Sono stati acquistati dall’amministrazione comunale nell’ambito di Città che legge, l’iniziativa del Centro per il libro e la lettura e di Anci che ha designato appunto Nardò “città che legge” per l’area Sud Italia e Isole. Un risultato strepitoso che lo scorso anno ha premiato la proposta progettuale del Comune di Nardò tra quelle di altri 184 Comuni con un finanziamento di 20 mila euro (e altri 10 mila messi a disposizione dal bilancio comunale come quota di cofinanziamento), utilizzati anche per comprare dei libri e implementare la dotazione della Biblioteca comunale e del Centro Servizi Culturali e Bibliotecari.

La scelta dei libri è stata fatta in base alle indicazioni degli operatori e ai desideri degli utenti e privilegiando i testi per i bambini (da zero a 10 anni), per i ragazzi (da 11 a 14 anni), per i giovani adulti (da 15 a 22 anni), la narrativa italiana e straniera, i best seller e i volumi dedicati alla Shoah. Per questo primo blocco di libri è stata impiegata la somma di circa 2 mila e 400 euro, nei prossimi giorni si procederà con l’acquisto di altri testi fino all’esaurimento dei 7 mila euro previsti.

Grazie a Città che legge, la scorsa estate è stata organizzata l’iniziativa I guardiani del tempo - L’arte di raccontare, due serate partecipatissime durante le quali la magia del teatro è entrata nel cuore della città con una serie di brevi rappresentazioni nelle corti dei palazzi e delle residenze private del centro storico, sul filo conduttore di racconti sui legami familiari e sulle vite nelle case di un tempo. È stato organizzato inoltre, ad ottobre e novembre scorsi, un corso gratuito di lettura ad alta voce, aperto a tutti e finalizzato a far prendere coscienza del proprio strumento vocale, ad insegnare la gestualità, la mimica e il ritmo, a far acquisire padronanza nella lettura ad alta voce, a istruire nel racconto di un libro. Infine, sempre grazie a Città che legge, durante le ultime festività natalizie, i Racconti di Natale hanno permesso a grandi e piccini di scoprire e riscoprire le tradizioni del Natale, le storie e le vicende che si tramandano di generazione in generazione.

“Sono arrivati i primi dei tanti volumi che abbiamo deciso di acquistare - fa sapere l’assessore alla Cultura Ettore Tollemeto - consapevoli che la cultura sia il motore della società. Quasi 200 nuovi testi a disposizione dei cittadini e ad irrobustire il patrimonio librario della Biblioteca Vergari e del Centro per i Servizi Culturali e Bibliotecari, che da molti anni non vedevano arricchite e aggiornate le proprie dotazioni. Credo che Città che legge sia stata una occasione preziosissima per unire la lettura, il teatro, la storia della città, le famiglie. Mi auguro che serva a far scoccare la scintilla, che faccia innamorare tutti i neretini (ma proprio tutti) dei libri e della lettura, per essere persone e cittadini migliori”. 

                                                                                      Ufficio stampa