Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

“SIAMO SUL VELOCISSIMO TRENO PUGLIESE”

COMUNICATO STAMPA Martedì 12 febbraio 2019

“SIAMO SUL VELOCISSIMO TRENO PUGLIESE”

Il bilancio più che positivo dell’assessore Puglia, che ha presentato Nardò alla Bit

È più che positivo il bilancio dell’assessore al Turismo Giulia Puglia che in questi giorni ha presentato alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano peculiarità e bellezze del territorio neretino. Oltre agli aspetti istituzionali, con i rapporti intrecciati e rinnovati con la Regione Puglia e tutti gli altri enti, la visita alla Bit è servita a offrire la proposta sempre più destagionalizzata della città e a capire tendenze e orientamenti di viaggio.

“In una regione che sta facendo il pieno dal punto di vista turistico - dice Giulia Puglia - Nardò è salita a tutti gli effetti su un treno che sembra andare a velocità molto sostenuta. Abbiamo portato a Milano una città e un territorio vivaci, che stanno puntando molto sul marketing, che stanno facendo scelte coraggiose, che vogliono “stare aperti tutto l’anno”, che rispecchiano l’anima di questa Puglia che con i suoi 15 milioni di turisti nel 2018 è sempre più lanciata sul mercato mondiale. Ho avviato un confronto che riguarda itinerari possibili tra i comuni delle province di Lecce, Brindisi e Taranto sui temi del tarantismo, della cultura e dell’enogastronomia, che potrebbe avere presto risvolti concreti. Ho parlato con tour operator e giornalisti di settore, comprendendo meglio quali sono da una prospettiva esterna i nostri punti di forza (mare, cucina, identità) e quali invece le cose su cui lavorare (servizi, trasporti, abusivi). In generale, ho riscontrato molta curiosità e interesse per la nostra città, che come tutte le città pugliesi attrae molto per il contesto naturale e per la presenza delle masserie, vero e proprio simbolo magnetico della nostra regione.

Sono convinta, oggi più che alla partenza per Milano, che stare alla Borsa Internazionale del Turismo - conclude - sia infinitamente utile, perché è una opportunità importante e perché serve anche a capire in che direzione sta andando il turismo, quali sono le tendenze e gli orientamenti di chi viaggia e quindi, conseguentemente, come calibrare meglio la nostra offerta”.

                                                                                     Ufficio stampa