Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

UNA NUOVA “CASA” PER L’ANT, IL COMUNE ASSEGNA UN LOCALE IN VIA MARINAI D’ITALIA

COMUNICATO STAMPA Martedì 25 febbraio 2020

UNA NUOVA “CASA” PER L’ANT, IL COMUNE ASSEGNA UN LOCALE IN VIA MARINAI D’ITALIA

Sono 91 i malati oncologici assistiti, riconosciuto l’impegno sul territorio della onlus

La delegazione Ant di Nardò avrà presto una nuova “casa” all’interno di un locale in via Marinai d’Italia, assegnato gratuitamente dall’amministrazione comunale in considerazione della sempre più impegnativa missione della sede neretina della onlus, intitolata a don Tonino Bello. Il Comune di Nardò, infatti, circa due anni fa ha acquisito al proprio patrimonio l’immobile, che si è rivelato ora adeguato alle esigenze dell’Ant, ospitata sino ad oggi nella più piccola sede di via Palermo. La delegazione neretina opera da molti anni in città sul fronte dell’assistenza socio-sanitaria domiciliare gratuita ai pazienti oncologici, attraverso l’impegno di medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti, operatori socio-sanitari, farmacisti e specialisti. Ant porta al domicilio del malato tutte le cure necessarie 24 ore su 24 e tutti i giorni dell’anno (cure igieniche, cambio biancheria, trasporto del paziente per svolgere esami, ecc.) e fornisce inoltre sostegno psicologico al malato ed alla sua famiglia. Attualmente sono 91 gli assistiti dalla delegazione di Nardò.

“Oggi purtroppo - spiega l’assessore al Patrimonio Gianpiero Lupo - un numero sempre più alto di famiglie chiedono supporto per affrontare la complessa gestione della malattia e inevitabilmente questo è un compito che può essere ridistribuito sulla comunità. Ant Nardò, con il prezioso coordinamento di Luciana Fracella, svolge sul campo una missione straordinariamente importante e oggi sono quasi un centinaio i malati che riesce ad assistere. Abbiamo ritenuto giusto quindi mettere a disposizione della delegazione neretina una sede più idonea all’attività che svolge e ai nuovi servizi che offrirà, come UGO”.

UGO, infatti, è il nuovo servizio di Ant per i malati di tumore in provincia di Lecce, un “personal caregiver” che assiste il paziente attraverso l’intero ciclo terapeutico. Attraverso una piattaforma tecnologica, UGO mette in contatto in tempo reale chi ha bisogno di un supporto con chi può fornirglielo, raggiunge la persona a casa, la accompagna in ospedale, le sta accanto per tutto il tempo e in ogni attività, fino al rientro a casa. Inoltre si rende ponte di comunicazione fra medico, paziente e famiglia. Il servizio rende più sicuri i pazienti negli spostamenti, più sereno il percorso quotidiano di convivenza con la malattia e migliora la percentuale di aderenza alla terapia, con risultati eccezionali a livello personale e familiare e sul welfare collettivo. La delegazione Ant di Nardò è, insieme a quella di Lecce, la “postazione” utile in provincia di Lecce dove poter attivare UGO.

Nata nel 1978 per opera dell’oncologo Franco Pannuti, dal 1985 a oggi Fondazione ANT Italia ONLUS - la più ampia realtà non profit per l’assistenza specialistica domiciliare ai malati di tumore e la prevenzione gratuite - ha curato circa 130 mila persone in 11 regioni italiane (tra cui la Puglia) ANT assicura cure specialistiche di tipo ospedaliero e socio-assistenziale, con una presa in carico globale del malato oncologico e della sua famiglia. Sono complessivamente 515 i professionisti che lavorano per la Fondazione cui si affiancano oltre 2 mila volontari. Il supporto offerto da ANT affronta ogni genere di problema nell’ottica del benessere globale del malato.

                                                                                              Ufficio stampa