Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

UH!, IRONIA E RIFLESSIONI SULLA MALEDUCAZIONE E SULL’INQUINAMENTO Domani, venerdì 24 marzo, lo spettacolo di Antonio Calò al Teatro Comunale

COMUNICATO STAMPA Giovedì 23 marzo 2017

TEATRO - ECCO UH!, IRONIA E RIFLESSIONI SULLA MALEDUCAZIONE E SULL’INQUINAMENTO

Domani, venerdì 24 marzo, lo spettacolo di Antonio Calò al Teatro Comunale

Si chiama Uh! il lavoro di Antonio Calò in programma domani, venerdì 24 marzo, al Teatro Comunale di Nardò.  Uno spettacolo particolare, che fa ridere e riflettere sulle musiche composte da Mino De Santis.

È la storia di Tarzan, un mito dal grande fascino, ma ormai in declino, che ha difficoltà ormai ad accettarsi nel presente, fatto di modernità e sviluppo (non sempre perfetto e pulito, ordinato e comodo), e che è assalito dal dubbio di ritrovarsi in un futuro incomprensibile. È uno spettacolo visionario, che alterna sorrisi e pensieri malinconici, in cui Antonio Calò è il mattatore, sia nei panni di un rozzo Tarzan, che in quelli di un raffinato e riflessivo orango, l’ultimo esemplare rimasto sulla terra. Un lavoro ironico che soprattutto mette la lente d’ingrandimento sull’inquinamento e su quei piccoli, maleducati, comportamenti dell’uomo che tradiscono l’ambiente. Con un finale un po’ a sorpresa.

Un teso scritto e interpretato da Antonio Calò, artista tugliese con alle spalle diverse esperienze teatrali. L’inizio è fissato alle ore 21. L’ingresso è libero.

                                                                                                                 Ufficio Stampa