Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

EMERGENZA CORONAVIRUS CHIESTA PROROGA DI TRE MESI PER IL PAGAMENTO DELLE BOLLETTE

EMERGENZA CORONAVIRUS CHIESTA PROROGA DI TRE MESI PER IL PAGAMENTO DELLE BOLLETTE

AQP Il consulente del Comune per gli alloggi popolari ha scritto ad Aqp, Regione e Prefettura Emergenza coronavirus, possibile rinvio del pagamento degli oneri Aqp. Il consulente del Comune di Nardò per le problematiche degli alloggi popolari Felice Lecciso, infatti, ha inviato oggi ad Aqp, al presidente della Regione Puglia e al Prefetto di Lecce una comunicazione con la quale chiede un differimento dei termini di pagamento degli oneri di almeno tre mesi. Anche alla luce del fatto che in questi giorni molte famiglie stanno ricevendo le fatture Aqp con scadenza di pagamento al 16 marzo prossimo. Un provvedimento richiesto per gli alloggi popolari “ma mi permetto di suggerire - scrive Lecciso nella missiva - come opportuna per la generalità degli utenti Aqp”. Alla base della richiesta la già grave difficoltà per le autogestioni e i condomini degli alloggi popolari di versare in modo regolare gli oneri relativi alla fornitura idrica, unita alla condizione di emergenza sanitaria causata dalla epidemia di Coronavirus. Peraltro, gli stessi amministratori delle autogestioni e dei condomini in questi giorni avrebbero difficoltà a raccogliere le quote condominiali. Eventuali distacchi della fornitura idrica, in queste condizioni, sarebbero estremamente pericolosi per la salute pubblica. “Riteniamo questa una richiesta assolutamente di buon senso - dice il sindaco Pippi Mellone - che mi permetto di rilanciare con più forza all’attenzione di Aqp, Regione e Prefettura. È nota la condizione di disagio di diverse decine di famiglie degli alloggi popolari, per le quali una eventuale sospensione della fornitura idrica avrebbe conseguenze dolorosissime. Del resto, viviamo una situazione assolutamente eccezionale che richiede, come sta accadendo su più fronti, l’adozione di misure altrettanto eccezionali”. Com’è noto, il Comune di Nardò nel 2017 ha istituito lo sportello comunale per gli alloggi popolari, che ha il compito di garantire agli utenti degli alloggi e degli edifici condominiali di proprietà di Arca Sud Salento assistenza tecnica e legale su una serie di problematiche relative agli immobili e, per quanto riguarda l’annosa vicenda della morosità e dei tagli all’erogazione idrica, sulla gestione dei rapporti con Aqp. Nell’ambito dell’operatività dello stesso sportello l’amministrazione comunale si avvale della consulenza dell’avvocato Felice Lecciso e, laddove necessario, del patrocinio legale dello stesso. Il professionista ha una consolidata esperienza in materia e nello specifico nei procedimenti giuridico-amministrativi che riguardano l’edilizia popolare. Ufficio stampa