Ecco il nuovo Consiglio Comunale

Pubblicato il 25 novembre 2021 • Comune

Concluso il lavoro di verifica. 20 i consiglieri per la maggioranza del sindaco Pippi Mellone

A cinquantadue giorni dalla chiusura dei seggi delle elezioni amministrative è terminato il lavoro di verifica dei risultati da parte dell’ufficio centrale, organo collegiale delegato dal Tribunale di Lecce, composto dalla presidente Simona Panzera e da Saulle Cavalera, Fiorella Marra, Patrizia Minutello, Michele Pascalicchio, Luciana Sanasi, Riccardo Tarantino. Un lungo e attento riscontro delle preferenze nelle liste e della ripartizione dei seggi che ha portato alla odierna proclamazione dei 24 consiglieri eletti, 20 per la maggioranza del sindaco Pippi Mellone e 4 per le forze di minoranza. 
Nel dettaglio, per quanto riguarda la maggioranza, alla lista “Pippi Sindaco di tutti” (2445 voti di lista) spettano tre seggi, rispettivamente a Giulia Puglia (557 preferenze), Massimo Dito (490) e Francesco Plantera (406). Alla lista “Andare Oltre” (2328) altri tre seggi, rispettivamente ad Antonio Tondo (744), Ettore Tollemeto (595) e Gianluca Fedele (274). Tre seggi anche alla lista “Liberi Popolari” (1922), rispettivamente a Gianpiero Lupo (671), Gabriele Mangione (276) e Alberto Gatto (259). Sono due, invece, i seggi spettanti alla lista “Difendere Nardò” (1868), rispettivamente a Pierpaolo Giuri (1063) e Maria Grazia Sodero (463). Due anche alla lista “Obiettivo Comune” (1743), rispettivamente ad Alessandra Prete (653) e Pantaleo Lelè Manieri (634). Sono due anche i seggi della lista “Avanti Nardò” (1692), rispettivamente ad Andrea Giuranna (607) e Augusto Greco (306). Altri due seggi spettano alla lista “Movimento politico Libra” (1675), rispettivamente a Oronzo Capoti (868) e Simona D’Ambrogio (348). Altri due alla lista “Nardò per Bene” (1434), rispettivamente a Carlo Benegiamo (332) e Maria Giulia Manieri-Elia (248). Infine, un seggio spetta alla lista “Noi per Nardò” (704), precisamente a Paolo Maccagnano (313).  
Per quanto riguarda la minoranza, invece, il conteggio ha premiato due candidati sindaci sconfitti, Carlo Falangone (2710 voti al gruppo di liste collegate) e Cosimo Damiano Frasca (1058), e due candidati consiglieri della lista “Partito Democratico” (1132 voti di lista), rispettivamente Lorenzo Siciliano (462 preferenze) e Daniele Piccione (317). 
Con la nomina da parte del sindaco Pippi Mellone della nuova giunta, avvenuta lo scorso 16 ottobre, e quindi con la nomina ad assessore di cinque dei candidati consiglieri risultati eletti (Giulia Puglia, Gianpiero Lupo, Maria Grazia Sodero, Andrea Giuranna e Oronzo Capoti), la “geografia” del Consiglio comunale sarà aggiornata alla prima seduta con i subentri di altrettanti componenti: Pierluigi Tarantino (“Pippi Sindaco di tutti”, 203 preferenze), Daniela Bove (“Liberi Popolari”, 254), Lucio Margarito (“Difendere Nardò”, 168), Giuseppe Verardi (“Avanti Nardò”, 195) e Annalisa Cuppone (“Movimento Politico Libra”, 227). 
“Buon lavoro al nuovo Consiglio – ha detto il sindaco Pippi Mellone – a chi ha già avuto l’onore e la responsabilità di occupare quei banchi e anche e soprattutto a chi lo fa per la prima volta. Noi, con l’impegno quotidiano e capillare della giunta, che ho provveduto a nominare in tempi strettissimi, siamo al lavoro per la città, come sempre, su ogni fronte e su ogni esigenza della comunità, che attende ovviamente scelte di responsabilità da chi governa. Ora tocca al Consiglio insediarsi e riavviare il lavoro che gli spetta, sempre con lo spirito di servizio che siamo chiamati ad avere nei riguardi dei nostri concittadini”.   


                                                                                                                               Ufficio stampa